Regione Piemonte – Trasporti pubblici: I danni della giunta Cota si trasmettono anche alla Liguria!

Binari roventi tra Piemonte e Liguria. Alla vigilia del vertice tra Cota e Burlando l’assessore ligure attacca piazza Castello sul problema delle linee ferroviarie che collegano le due regioni: “Basta con lo scaricabarile, venga con proposte concrete. Spero di vedere la Bonino” – di Stefano RIZZI.

“Se Cota viene solo per dirci ciò che ha fatto, senza disponibilità ad affrontare in maniera concreta il problema delle tratte ferroviarie interregionali, non serve a nulla. E, poi, mi auguro di poter vedere anche la mia collega Bonino, che non sono mai riuscito ad incontrare se non di sfuggita una volta, per pochi minuti”. Alla vigilia del faccia a faccia tra Roberto Cota e Claudio Burlando sull’irrisolto problema delle linee ferroviarie che collegano il Piemonte alla Liguria fissato per l’8 gennaio (dopo che era slittata dal data del 27 dicembre) a Genova, l’assessore regionale ligure ai Trasporti, Enrico Vesco – in un colloquio con Lo Spiffero –  proprio non ce la fa a mascherare la sua irritazione per come la questione è stata trattata, fino ad ora, dal governo subalpino. Questione tutt’altro che di rilevanza marginale, visto che si gioca sulla pelle di migliaia di pendolari, penalizzati da tagli dei treni già effettuati e allarmati da altri che potrebbero arrivare e che sul tavolo vede una posta parecchi milioni di euro: “Per sopperire a quanto non fatto dal Piemonte solo per la linea Cuneo-XX Miglia di milioni ne spendiamo dieci” spiega Vesco.

Ma in ballo non c’è solo la Cuneo-Ventimiglia, ma pure la Genova-Acqui Terme e altre linee ancora, come la Torino-Savona, per esempio.  Pendolari che, ormai, hanno oltrepassato l’orlo della crisi di nervi, un sistema di comunicazione interregionale che – sotto i tagli – penalizza sempre più l’economia di una vasta area: insomma, sui binari che uniscono (sempre meno) il Piemonte alla Liguria lo scontro istituzionale è un rischio concreto. Peraltro già sfiorato più volte. Una delle ultime risale allo scorso 29 novembre:  “ L’assessore ai trasporti della Regione Piemonte, Barbara Bonino racconta il suo omologo ligure, Vesco –  aveva convocato, in quella data,  una riunione ad Alessandria per illustrare le proprie proposte di riorganizzazione del servizio ferroviario su diverse tratte,  tra queste la Torino-Genova e la Alessandria-Savona.  Un incontro a cui vengono inviati Trenitalia, RFI, le Province di Alessandria ed Asti, i comitati pendolari e molti Comuni piemontesi e liguri, ma non la Regione Liguria. A quel punto – prosegue l’assessore ligure –  chiamo in Regione e Torino e scopro che non è stata una dimenticanza, ma una scelta precisa.  Ecco, credo che questo dimostri – prosegue Vesco – lo scarso grado di considerazione dell’assessore Bonino e della Giunta Cota per la nostra Regione, un atteggiamento inammissibile soprattutto in un momento come questo di riduzione dei servizi, con ripercussioni sui cittadini, in cui sarebbe necessaria la massima collaborazione”.

Per Vesco che recentemente ha rispedito al mittente le accuse di Cota alla Liguria di non aver ben inteso i propositi del Piemonte in fatto di ferrovie interregionali (“Abbiamo capito molto bene: la Liguria perderà 19 treni prevalentemente nell’estremo ponente.  Per quanto riguarda poi il potenziamento dei collegamenti tra Torino e Genova a cui il presidente Cota fa riferimento è tutto da dimostrare”  ha detto l’assessore ligure in Consiglio Regionale) sembra essercene a sufficienza per usare cautela alla vigilia del vertice tra i due governatori.  È egli stesso a descrivere come, di fatto, inesistente il rapporto con la sua collega piemontese, Bonino. “Non sono mai riuscito a incontrarla, se non una volta dieci minuti di sfuggita”. Non solo: “Pensi che dopo che avevo telefonato per capire come mai la Regione Liguria non fosse stata invitata all’incontro di fine novembre ad Alessandria, ho scoperto che erano stati, successivamente, annullati anche gli inviti ai sindaci liguri”. E se, come spiega Vesco, in base agli accordi di Tivoli del 1998 ogni regione deve farsi carico di determinati collegamenti regionali e il Piemonte ha in carico quelli con la Liguria, è altrettanti vero che i tagli operati negli ultimi tempi hanno scatenato un’ondata, mai placata di proteste. “Proteste che spesso riceviamo noi liguri – dice l’assessore della giunta Burlando, con un passato da segretario particolare di Nerio Nesi alla Camera e al ministero – anche se la causa di tutto ciò sta a Torino”.

E su Torino punta l’indice, stavolta all’unanimità con un secco ordine del giorno proposto dal Pd , il Consiglio Regionale della Liguria lo scorso  26 novembre: “Gli annunciati tagli sui collegamenti tra Piemonte e Liguria sono una decisione unilaterale del Piemonte in violazione degli accordi sottoscritti. L’annunciata intenzione del Piemonte di tagliare 19 treni sulle tratte di collegamento con la Liguria a partire dall’orario invernale che entra in vigore il 14 dicembre, costringerà la Regione Liguria a intervenire per sopperire almeno in parte alla copertura del servizio”. Qualche giorno dopo, come ricorda Vesco “in un incontro tra Cota e Burlando, il governatore del Piemonte ha detto che era il caso di affrontare il problema in un vertice”. La data fissata è quella del 27 dicembre, ma poi non se ne fa nulla. Si rinvia tutto all’8 gennaio. “Mancano poche ore e per noi l’incontro resta confermato” dice l’assessore ligure ai Trasporti. Che – a mezza via tra l’augurio e l’ultimatum – aggiunge: “Cota venga con fatti concreti per risolvere la questione e non per dirci quel che ha fatto”. Poi una speranza, o forse un’illusione: “Spero di incontrare la mia collega Bonino, finalmente”.

[Fonte: Lospiffero.it]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Trasporti locali e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...