TAV in Valle di Susa: Gesù Bambino strumentalizzato da Virano!!!!

È il biglietto augurale del commissario governativo Virano: la Natività ritratta nel tunnel geognostico di Chiomonte con sullo sfondo la talpa. Un messaggio di pessimo gusto e poi si lamentano se i parroci della Valsusa disertano la messa di regime.

La Natività ritratta nel tunnel geognostico di Chiomonte e per fondale la talpa Gea. Con tanto di stellone della Repubblica. È il biglietto augurale di Mario Virano, il signor Tav per antonomasia. Ha buoni motivi, Virano, per festeggiare il Natale e, soprattutto, la fine dell’anno. Lo scorso 13 dicembre il Consiglio dei ministri l’ha riconfermato commissario straordinario per la TorinoLione, su proposta del premier Enrico Letta e del ministro Maurizio Lupi. La Camera di Commercio di Torino l’ha insignito del riconoscimento di “Torinese dell’anno”, “per aver coordinato con equilibrio e autorevolezza la realizzazione dell’asse ferroviario Torino-Lione, avviandone il cantiere, legittimando il metodo del confronto con le istanze locali e privilegiando l’ascolto, senza perdere di vista l’obiettivo strategico della costruzione di un’infrastruttura secondo gli standard europei contemporanei, in grado di contribuire efficacemente alla competitività del territorio e dell’Italia”. Insomma, un 2013 di grandi soddisfazioni.

Peccato che abbia incontrato qualche difficoltà ad arruolare un prete valsusino per la celebrazione della messa  di Santa Barbara al cantiere. Infatti, per la tradizionale funzione del 4 dicembre, ricorrenza di operai e minatori, il prete è stato foresto. Molte le polemiche, qualcuno è arrivato a supporre intimidazioni ai danni dei sacerdoti locali, una disputa stroncata dal vescovo Alfonso Badini Confalonieri: «la messa si celebra in chiesa, la questione della Tav è delicata, facilmente strumentalizzabile». Certo che ora, di fronte al cartoncino natalizio di Virano, qualche perplessità in più in curia è stata sollevata. E pensare che molti ritenevano che si fosse toccato il fondo con gli auguri 2011, indirizzati ai vertici delle istituzioni (presidente della Repubblica, sindaco e governatore del Piemonte) dal fronte degli oppositori dell’opera: una “concertina a lima”, volgarmente del filo spinato, applicata sui reticolati che proteggono il cantiere della ferrovia e sulle costruzioni in cemento armato che vengono sistemate per ostruire i sentieri di accesso all’area. Un manufatto che i No Tav hanno ribattezzato “agrifoglio della Valsusa”.

Ecco il biglietto originale

Altre notizie correlate nella sezione “TAV in Val di Susa”.

[Fonte: Lospiffero.com]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, TAV in Valle di Susa e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...