Regione Piemonte – Sanità: Così si ottimizza la spesa!!!!!

Nella polvere l’ASL “fantasma” di Novara!

La nuova sede dell’azienda sanitaria avrebbe dovuto essere inaugurata la scorsa settimana, ma è ancora un immenso cantiere, dove pare non fervano troppo i lavori. E mentre i cittadini attendono, i costi lievitano e spuntano i primi contenziosi legali.

L’inaugurazione era fissata per lo scorso 12 maggio, ma per aprire i battenti della nuova sede dell’Asl di Novara si dovrà attendere ancora, e parecchio. Il cantiere è quasi del tutto fermo, i lavori procedono a rilento e i soldi preventivati rischiano di non essere sufficienti a completare l’opera anche perché, a quanto pare, nel frattempo sarebbe in corso un contenzioso giudiziario con la ditta costruttrice. A dispetto dei toni trionfalistici usati alla presentazione del progetto dal presidente della Regione Roberto Cota, dai vertici dell’Asl e da Guido Stefanelli, amministratore delegato di Pessina Costruzioni, azienda affidataria, il quadro è davvero desolante. Ad accendere i fari sulla vicenda è Daniele Galli, vice presidente nazionale di Asso-Consum, che denuncia la «situazione di stallo con gravi conseguenze sia per i soldi finora spesi, sia per i cittadini che avrebbero potuto avere vantaggi dal servizio sia per i residenti che devono convivere con un cantiere che procede a rilento, e del quale non si conoscono più i tempi certi».

E  così un progetto ambizioso che dalla riconversione e il recupero architettonico dell’ex ospedale psichiatrico della città mira a realizzare in un unico complesso un centro integrato di servizi sanitari territoriali (uffici amministrativi, poliambulatorio, cure primarie, prelievi e diagnostica) è avvolto nella polvere di un cantiere infinito. Tanti gli interrogativi posti da Galli, di fronte al silenzio delle istituzioni: «È diritto dei cittadini novaresi e  piemontesi  essere costantemente informati sullo stato dei lavori  di una importante opera pubblica sanitaria che si aspettavano ultimata e fruibile già nel brevissimo – spiega -. Perché si è scelta una forma di appalto cosi complessa, che unisce la parte edile e la gestione di attività assai diverse anche per scopo,  senza separare le due fasi di appalto, che forse nel caso era più opportuna? Perché la data di consegna prevista al 12 maggio 2013  non è stata rispettata? Quali fatti o varianti sono intervenute nel corso dei lavori sul progetto originale? E se si, da chi autorizzate? E a fronte di quali verifiche di copertura  economica?  È vero che esiste già un contenzioso legale tra la Asl e la ditta Pessina? E per quali motivi?».

Nell’area, infatti, saranno ricavati una mensa, un edificio per la ristorazione, spazi dedicati al pubblico, una sala multifunzionale e parcheggi: boccone ghiotto, soprattutto, a fronte di un contratto annuale di gestione, affidato alla medesima ditta Pessina, pari a 1 milione e 800 mila euro, e che la stessa gestirà l’intero complesso in regime di Global Service per ben 23 anni. Il costo complessivo dell’intervento, comprensivo sia del costo dei lavori sia dei successivi costi di gestione, è di oltre 67 milioni di euro. Non proprio bruscolini.

E in ultimo, ma non meno importante, la questione relativa alla nuova centrale termica: «È vero – chiede Galli – cha la nuova centrale termica, costruita abbattendo un bosco di tigli, è stata spostata dalla collocazione originaria per problemi tecnici non previsti in progetto? Inoltre, corrisponde al vero che allo stato attuale le emissioni in atmosfera uscenti dai camini di esalazione fumi della centrale termica  si dirigono verso le abitazioni civili adiacenti al perimetro del cantiere? Tale opera come modificata era stata valutata sull’impatto territoriale?». Interrogativi che impongono risposte. Urgenti e inequivocabili.

[Fonte: Lospiffero.com]

Dal sito ANAAO: AMOS. L’Assessorato vuole diffondere il modello a tutte le aziende sanitarie. La lettera di Morgagni in esclusiva e i diversi retroscena.

Scarica i documenti deliberati del piano di riordino della sanità:

DELIBERA      ALLEGATO      TABELLE

Qui solo l’elenco delle chiusure degli ospedali e delle strutture con la data di cessazione!

Altri approfondimenti nella sezione sanità.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Sanità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...