Regione Piemonte – Sanità: Dai giudici per abrogare le Federazioni!

Anche i rappresentanti dei dirigenti di Asl e Aso ribadiscono la contrarietà ai pilastri della riforma Monferino. Dopo il Tar “ci rivolgeremo al Consiglio di Stato”. E Cavallera pensa a una mediazione per ottemperare alle critiche del Ministero.

Dopo il confronto con il Governo sul buco della Sanità al Tavolo Massicci e l’esplicita dichiarazione del ministro Renato Balduzzi, che ha bocciato la loro istituzione, e le critiche dell’opposizione in Consiglio regionale, anche i rappresentanti dei dirigenti di Asl e Aso ribadiscono la contrarietà alle Federazioni Sanitarie. Furono tra i primi ad alzare le barricate, impugnando la decisione della Regione con un ricorso al Tar del Piemonte, contestando uno dei pilastri della riforma sanitaria varata da Paolo Monferino. La Fedir non molla l’osso e in un’articolata missiva inviata al nuovo assessore Ugo Cavallera e al direttore Sergio Morgagni, torna a minacciare azioni legali contro la Regione.

Le Federazioni non funzionano: “nessuna ottimizzazione dei servizi, nessun risparmio, piuttosto grande confusione e giungla amministrativa”, provocati da «spostamenti e spacchettamenti di funzioni gestionali amministrative e tecniche tra Asl/Aso e Federazioni, e relativi spostamenti di dirigenti e personale del comparto, con conseguente trasferimento illegittimo delle funzioni» tra strutture e personale. Un vero e proprio caos normativo che ha portato la Fedir a ricorrere contro tali provvedimenti. Nella lettera si rivolgono direttamente a Cavallera per chiedere la «revoca delle funzioni alle Federazioni sanitarie». Nonostante il Tar abbia rigettato la prima istanza, i dirigenti non demordono e, anzi, rilanciano: «Faremo naturalmente ricorso al Consiglio di Stato». Nei giorni scorsi lo stesso Cavallera aveva annunciato l’intenzione di rivedere l’impianto delle Federazioni per valutarne – se non la soppressione, cosa alquanto improbabile – alcune modifiche.

[Fonte: Lospiffero.com]

Dal sito ANAAO: AMOS. L’Assessorato vuole diffondere il modello a tutte le aziende sanitarie. La lettera di Morgagni in esclusiva e i diversi retroscena.

Scarica i documenti deliberati del piano di riordino della sanità:

DELIBERA      ALLEGATO      TABELLE

Qui solo l’elenco delle chiusure degli ospedali e delle strutture con la data di cessazione!

Altri approfondimenti nella sezione sanità.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Sanità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...