CSI Piemonte: al via la privatizzazione.

Trovato un accordo nel centrodestra: nascono l’Agenzia per l’innovazione e una newco da mandare sul mercato. Monferino fa un passo indietro e i cedolini delle Asl restano al consorzio.

Dopo mesi di tira e molla il centrodestra sigla un accordo sui destini del Csi, il consorzio pubblico dell’informatica. Pdl, Lega Nord, Verdi-Verdi e il gruppo Misto (ma non Progett’Azione) hanno sottoscritto un emendamento alla proposta di legge sul “Riordino delle attività della Regione Piemonte nel settore dell’Information and Communication Technology (ICT)”, in grado – a quanto sembra – di sbloccare finalmente l’impasse. L’intesa prevede che entro il 30 giugno 2013 il Csi – previa ricognizione e valutazione delle posizioni attive e passive ( a partire dll’ingente credito che vanta con il Comune di Torino) –  potrà scorporare tutte le proprie attività dirette alla progettazione, produzione e gestioni dei progetti e servizi in una nuova entità costituita in società per azioni, il cui capitale sarà detenuto interamente dal Consorzio e totalmente soggetta al suo coordinamento e controllo. Contestualmente allo scioglimento, la Regione Piemonte istituirà l’Agenzia per l’innovazione, ente con personalità giuridica di diritto pubblico, posta sotto la vigilanza del Presidente della Giunta regionale. Tale agenzia «provvederà all’attuazione, allo sviluppo e alla gestione del sistema informativo regionale, secondo i principi inseriti nel quadro della politica regionale di programmazione in tema di Ict». Le funzioni di acquisizione di beni e servizi in materia di Ict sono di competenza di Scr, la società di committenza regionale: ed è proprio quest’ultima “concessione” ad aver ammorbidito la posizione del Pdl, in particolare dell’area ex aennina, da sempre favorevole al mantenimento della stazione appaltante. Ed è proprio grazie all’intervento dell’assessore Barbara Bonino che le posizioni oltranziste di Massimiliano Motta si sono ammorbidite.

L’iter prevede la liberalizzazione e l’apertura al mercato nazionale e internazionale, «che potrà anche comportare la sottoscrizione di una quota del capitale della società da parte di soggetti investitori privati, ovvero la totale alienazione della stessa, secondo le modalità e procedure previste dalla normativa vigente». Soddisfazione viene manifestata dai capigruppo Luca Pedrale (Pdl) e Mario Carossa (Lega Nord) secondo i quali dopo questo accordo «il Csi potrà davvero diventare un motore dello sviluppo in grado di competere sul mercato informatico fornendo, con flessibilità e tempismo, le risposte per enti locali, aziende pubbliche e imprese private». E proprio in merito all’enunciato disimpegno dell’assessorato alla Sanità nell’affidamento dell’elaborazione dei cedolini delle Asl, l’allarme pare rientrato: per un anno tutto dovrebbe proseguire.

[Fonte: Lospiffero.com]

CSI Piemonte: licenziamenti e mobilità.

Regione Piemonte – Ict, la riforma del CSI resta al palo!

CSI Piemonte: l’ultima parola all’Antitrust!

CSI Piemonte: il direttore prepara le valigie!

CSI Piemonte: C’è Intesa San Paolo dietro al comissariamento!

CSI Piemonte: giunta al palo, direttore in trincea!

CSI Piemonte: il direttore suona l’allarme preventivo!

Guarda il video dell’incontro: CSI: prima il perché e poi il come.

CSI Pemonte: Altro che salvaguardia dei posti di lavoro come sostiene Giordano!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a CSI Piemonte: al via la privatizzazione.

  1. Pingback: CSI Piemonte: amministrazione straordinaria e commissariamento! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  2. Pingback: CSI Piemonte: continua la baraonda. Azienda allo sbando! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  3. Pingback: CSI Piemonte: la maggioranza regionale è divisa e non prende posizione. La situazione è sempre più drammatica per i dipendenti del consorzio. | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  4. Pingback: CSI Piemonte: Un gruppo americano interessato all’acquisto! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  5. Pingback: Regione Piemonte: Dopo le divisioni sul ruolo del CSI Piemonte Giordano e Monferino sono ai ferri corti! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  6. Pingback: CSI Piemonte: Regione e comuni non pagano e le imprese dell’indotto chiudono!!! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  7. Pingback: CSI Piemonte: La politica non decide e la cassa integrazione fa capolino! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  8. Pingback: CSI Piemonte: Un dipendente su sei in cassa integrazione! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  9. Pingback: CSI Piemonte: almeno 100 dipendenti inutili! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  10. Pingback: CSI Piemonte: presidenza al “fratello” Zappalà! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  11. Pingback: CSI Piemonte: direttore accompagnato alla porta! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  12. Pingback: CSI Piemonte: il nuovo direttore sarà nominato dalla politica! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  13. Pingback: CSI Piemonte: buonuscita d’oro per l’ex dg De Capitani! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  14. Pingback: CSI Piemonte – La riorganizzazione cambia nome! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...