CSI Piemonte: licenziamenti e mobilità.

Si fanno nere le prospettive del Consorzio informatico pubblico. Via una quindicina di manager e ricollocazione per 80 dipendenti. E la politica continua a litigare sulla sua riorganizzazione.

Licenziare una quindicina di dirigenti degli attuali 38 in servizio e mettere in mobilità i dipendenti, circa 80, in forza alla divisione “paghe e stipendi”, unit aziendale da chiudere. Sono queste, in sintesi, le fosche prospettive delineate ieri al consiglio di amministrazione del Csi dal presidente Roberto Moriondo e dal direttore generale Stefano De Capitani. L’organo di governo, presente per il Comune di Torino Giovanni Ferrero, mentre era assente Valter Baratta della Regione (delegato dal settore sanitario), ha preso atto della grave crisi che attanaglia la società. Il Consorzio informatico pubblico è con l’acqua alla gola e in attesa di una ciambella di salvataggio proveniente dalla politica, a lungo promessa e sistematicamente disattesa, è costretto a scelte drastiche. Insomma, mentre a Roma si discute Sagunto cade.

La proposta di riordino complessivo dell’ente di corso Unione Sovietica è da mesi impantanata nelle diatribe politiche, tra tesi continuamente modificati, bracci di ferro tra le forze politiche e l’esecutivo regionale, cabine di regie tra i soci mai realmente decollate. Sulla natura e ambiti di azione del commissariamento non c’è intesa tra l’assessore all’Innovazione Massimo Giordano e gran parte della maggioranza (Pdl e Progett’Azione). Alcuni temono che in modo un po’ gattopardesco invece di procedere a una profonda revisione del Csi, mettendolo in grado di concorrere più agevolmente (e con meno zavorre pubbliche) sul mercato, la Giunta proponga una sorta di leggero maquillage. Giordano, da par suo, continua ad insistere sul modello duale: una agenzia interamente pubblica con i compiti di direzione strategica dell’Ict regionale (e con tutti dentro, dagli enti locali ai vari soggetti pubblici) con funzione di stazione appaltante; una struttura operativa, con in pancia ordini e assegnazioni, da vendere nel suo complesso o “spacchettata” per unità di business.

[Fonte: Lospiffero.com]

Regione Piemonte – Ict, la riforma del CSI resta al palo!

CSI Piemonte: l’ultima parola all’Antitrust!

CSI Piemonte: il direttore prepara le valigie!

CSI Piemonte: C’è Intesa San Paolo dietro al comissariamento!

CSI Piemonte: giunta al palo, direttore in trincea!

CSI Piemonte: il direttore suona l’allarme preventivo!

Guarda il video dell’incontro: CSI: prima il perché e poi il come.

CSI Pemonte: Altro che salvaguardia dei posti di lavoro come sostiene Giordano!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a CSI Piemonte: licenziamenti e mobilità.

  1. Pingback: CSI Piemonte: “Tagli dolorosi ma necessari”. | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  2. Pingback: CSI Piemonte: al via la privatizzazione. | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  3. Pingback: CSI Piemonte: amministrazione straordinaria e commissariamento! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  4. Pingback: CSI Piemonte: continua la baraonda. Azienda allo sbando! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  5. Pingback: CSI Piemonte: la maggioranza regionale è divisa e non prende posizione. La situazione è sempre più drammatica per i dipendenti del consorzio. | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  6. Pingback: CSI Piemonte: Un gruppo americano interessato all’acquisto! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  7. Pingback: Regione Piemonte: Dopo le divisioni sul ruolo del CSI Piemonte Giordano e Monferino sono ai ferri corti! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  8. Pingback: CSI Piemonte: Regione e comuni non pagano e le imprese dell’indotto chiudono!!! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  9. Pingback: CSI Piemonte: La politica non decide e la cassa integrazione fa capolino! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  10. Pingback: CSI Piemonte: Un dipendente su sei in cassa integrazione! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  11. Pingback: CSI Piemonte: Altra svendita del patrimonio pubblico? | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  12. Pingback: CSI Piemonte: almeno 100 dipendenti inutili! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  13. Pingback: CSI Piemonte: presidenza al “fratello” Zappalà! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  14. Pingback: CSI Piemonte: direttore accompagnato alla porta! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  15. Pingback: CSI Piemonte: il nuovo direttore sarà nominato dalla politica! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  16. Pingback: CSI Piemonte: buonuscita d’oro per l’ex dg De Capitani! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

  17. Pingback: CSI Piemonte – La riorganizzazione cambia nome! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...