Regione Piemonte – Burzi (PDL): Revisione della spesa partendo dai dipendenti regionali …

… e non dai gruppi del parlamentino regionale. Come sempre certa politica predica bene e razzola male, anzi malissimo. Leggete questo articolo tratto da “Lospiffero.com”.

I dipendenti pubblici non sono zavorre!

Reprimenda di Quagliotti (Cgil) a Burzi e alla sua proposta di istituire un’agenzia della mobilità per razionalizzare la pianta organica della Regione. “Inutile e aumenterebbe i costi”.

Un organismo inutile, inefficace e che aumenterebbe ulteriormente i costi a carico della Regione. La Cgil boccia senza appello Angelo Burzi, capogruppo di Progett’Azione, e la sua proposta di istituire un’Agenzia per la Mobilità con il compito di razionalizzare numero e collocazione dei circa 3.200 dipendenti regionali. Secondo il consigliere il tema dell’alleggerimento del peso del pubblico impiego sui bilanci degli enti pubblici è un tema non più rinviabile non solo per risanare i conti, ma soprattutto per aumentare l’efficienza del lavoro e dei servizi. «Burzi, dopo pesanti critiche politiche al presidente Cota sulla sua azione di governo e la giusta considerazione che “a furia di tirare a campare, rischiamo di tirare le cuoia”, sembra attribuire le ragioni di tanta disastrosa inerzia anche alla “zavorra” rappresentata dal pubblico impiego», attacca Luca Quagliotti, segretario regionale della Cgil-Fp.

Tesi ingenerosa e priva di fondamento: «Non è che la Cgil – continua il sindacalista – sia inconsapevole della necessità di riordinare la spesa pubblica, di dare efficienza ai servizi e chiedere ai dipendenti pubblici un ulteriore sforzo, dopo le numerose rinunce già fatte, per aiutare il Paese a uscire dalla crisi. Tanto è vero che non siamo contrari in linea generale alla spending review, cioè non siamo contrari alla revisione della spesa. Il fatto è un altro: questo Governo  non sta “revisionando” la spesa ma sta proseguendo in una politica di tagli selvaggi in ogni comparto pubblico, compromettendo la crescita del Paese come la maggioranza degli economisti e degli imprenditori ormai dicono a gran voce». Ma proprio in quella direzione di risparmio, la proposta di Burzi si mostrerebbe inefficace: «Immaginiamola con tanto di presidente, comitati, consulenti e – ahinoi – pubblici dipendenti. Quali sarebbero i benefici immediati e futuri che non siano già conseguibili attraverso un corretto e serrato confronto tra Regione Piemonte e organizzazioni sindacali? Mistero».

Infine, in cauda venenum, la stilettata sull’incoerenza dei politici che, al solito, predicano bene e razzolano male. «Come si conciliano i propositi severi di revisione e tagli con la nascita di nuove “voci” di spesa come quella rappresentata dal nuovo gruppo consiliare Progett’Azione di cui Burzi fa parte, insieme con altri colleghi del Pdl? E che, a norma di Regolamento, percepisce i relativi rimborsi, ovvero un nuovo costo, per la Regione, cioè per noi tutti? Appare un tantinello ipocrita la considerazione del “nostro” consigliere secondo il quale “di fronte ai sacrifici” sarebbe davvero intollerabile che i partiti si preoccupassero di spartirsi le poltrone”. Appunto! Certo, la democrazia costa ma è essenziale alla nostra convivenza civile, a noi tutti, e mai potremmo rinunciarvi. Ma siamo sicuri che sia essenziale e irrinunciabile, in tempi di spending review, un nuovo gruppo di maggioranza che non si distingue mai per il voto in aula, prende soldi pubblici, senza peraltro aver avuto alcuna legittimità elettorale? Forse, a proposito di “zavorra”, Burzi potrebbe iniziare da casa propria: così tanto per dare il buon esempio».

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Quello che non vi dicono e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...