Regione Piemonte – Sanità: Monferino taglia Valdese e Città della Salute!

L’assessore illustra al Comune di Torino i suoi piani: riconversione del nosocomio di San Salvario e una torre in meno per il mega polo della Sanità. E irrita i consiglieri regionali.

I piani di Monferino svelati a Palazzo di Città. E non in Regione, dove pure l’assessore alla Sanità era atteso stamane alla seduta della Commissione, disertata dall’esponente della giunta Cota, «senza neanche avvisare», proprio per recarsi al Comune di Torino. Agli amministratori torinesi il titolare della Sanità piemontese ha illustrato i capisaldi della riorganizzazione intrapresa dal governo regionale, fornendo informazioni inedite, almeno ai consiglieri di Palazzo Lascaris, sul futuro dell’ospedale Valdese e sull’assetto definitivo della Città della Salute. Il nosocomio di San Salvario sarà presto riconvertito in struttura per la riabilitazione, mentre delle tre torri previste per il mega polo delle Molinette del futuro soltanto due vedranno la luce.

«A parte lo sgarbo istituzionale – attacca Nino Boeti (Pd) – apprendiamo che Monferino, nella sua ormai duplice veste di assessore alla sanità e al bilancio, preferisce sottrarsi dal confronto là dove le decisioni vengono prese». Ma non è solo questione di etichetta. Bocciata la riconversione del Valdese: «Torino ha bisogno di strutture per la lungodegenza e la post acuzie, non per la riabilitazione, che avrebbe molto più senso come servizio domiciliare». Mentre sulla Città della Salute le parole dell’assessore sembrano compromettere l’opera, ritenuta fino a ieri strategica, per lo sviluppo della Sanità e del territorio:  «Si tratta un progetto complessivo – spiega Boeti -, che mette insieme eccellenza, ricerca, sinergie con l’università e il privato. E’ questo il senso di quel progetto, se si ridimensionano le strutture si perde quel senso e allora diventa solo una struttura sanitaria come tante altre, sicuramente più moderna, ma nulla di veramente innovativo, in grado di aprire nuove strade alla sanità pubblica».

Qui il piano socio sanitario 2012-2015.

La Rete Ospedaliera programmata.

Altri approfondimenti nella sezione sanità.

[Fonte: Lospiffero.com]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Sanità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...