Regione Piemonte – Trasporti pubblici, 14 linee ferroviarie soppresse dall’11 giugno!

La scure della Regione si abbatte sui cosiddetti “rami secchi”. Tratte utilizzate in prevalenza dai pendolari e, spesso, unici collegamenti esistenti. Centrosinistra e grillini contrari.

Mentre alla stazione Termini di Roma un euforico Mauro Moretti, gran capo di Trenitalia, annunciava due nuovi collegamenti Frecciarossa con la capitale, a Torino, nella seduta della II Commissione di Palazzo Lascaris un’abbacchiata Barbara Bonino, assessore regionale ai Trasporti, comunicava la soppressione di ben 14 linee ferroviarie locali. Si tratta dei cosiddetti rami secchi, tratte con un numero di passeggeri insufficiente a coprire i costi di gestione e nelle quali il servizio sarà cancellato a decorrere dal 10 giugno prossimo. A nulla sono valse le contestazioni delle amministrazioni locali che, in più occasioni, hanno rimarcato come queste linee rappresentino spesso l’unico collegamento esistente sugli assi interni, utilizzate in prevalenza dai pendolari. Verranno sostituite da corse in autobus che dovranno avere una copertura almeno del 35% dei costi dai biglietti venduti, altrimenti pagherà la Regione.

Rispetto al Programma triennale sul trasporto pubblico locale (Tpl) che la Giunta Cota ha approvato qualche settimana fa, la principale novità consiste nell’incremento del numero delle tratte: in origine erano 8, nel nuovo testo diventano 14. E riguardano: Pinerolo-Torre Pellice, Savigliano-Saluzzo-Cuneo, Asti-Castagnole-Alba, Mondovì-Cuneo, Alessandria-Castagnole, Alessandria-Ovada, Santhià-Arona, Ceva-Ormea, Novi-Tortona, Vercelli-Casale, Novara-Varallo, Asti-Casale-Mortara, Asti-Chivasso, Bra-Ceva.

Un provvedimento contestato dalle opposizioni. «Tutto ciò avverrà senza alcun dialogo con i comuni interessati e con i comitati dei pendolari – accusa Davide Gariglio (Pd) ( a sx nella foto). È  l’ennesima dimostrazione di arroganza del governo regionale e di profondo distacco tra la Giunta Cota, arroccata nel palazzo di piazza Castello, e la comunità piemontese». Rincara la dose Monica Cerutti (Sel) (a dx nella foto): «Denunciamo che si tratta del risultato di una concertazione avvenuta solo con Trenitalia e RFI, in modo assolutamente non trasparente, senza la condivisione delle amministrazioni locali e delle associazioni dei pendolari. Prima si taglia, poi questi soggetti verranno consultati».

Per Davide Bono (nella foto a sx) del MoVimento 5 Stelle la falcidia non è supportata da una seria analisi dei costi e dei conseguenti risparmi che si otterrebbero. Inoltre, secondo i grillini, c’è da valutare l’impatto ambientale prodotto dalle corse sostitutive su bus. Il rischio, spiega Bono, è la marginalizzazione di interi territori: «Sottolineiamo la gravità dell’isolamento della Valsesia, che non potrà più raggiungere in treno né Novara né Santhià (quindi né Torino né Milano), né Borgomanero né Arona. Significa tagliare fuori dal Piemonte la Valsesia. Altro caso riguardo la provincia del Verbano-Cusio-Ossola che si potrà solo più raggiungere via ferro da Novara tramite l’Orta o il Lago Maggiore con tempi di percorrenza superiori alle 3 ore e mezza per Torino. Per quanto riguarda la Savigliano-Saluzzo-Cuneo, chiediamo che venga presa in seria considerazione la proposta dei sindaci di creare un anello di metropolitana leggera tra Cuneo-Busca-Saluzzo-Savigliano-Fossano-Mondovì-Cuneo, con eventuale estensione a Cavallermaggiore e a Bra. Difficile comprendere anche la soppressione per i pendolari dell’OvadaAlessandria, che resta aperta per il transito merci e quindi riteniamo condivisibile la richiesta degli amministratori dell’area di mantenere un numero minimo di corse».

[Fonte: Lospiffero.com]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Trasporti locali e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...