Regione Piemonte – Sanità: Monferino: “Dialogo senza abiure”.

L’assessore apre al confronto con le opposizioni, ma difende l’impianto del Piano Sanitario: ospedali in rete e centralizzazione delle funzioni. “Non è una battaglia, lavoriamo per i piemontesi”.

Il presidente della Regione Roberto Cota ha dato mandato la scorsa settimana all’assessore alla Sanità Paolo Monferino (nella foto) di aprire un confronto con l’opposizione per verificare la possibilità di trovare ampie intese a sostegno della riforma sanitaria sul tema del piano socio sanitario. «Abbiamo scelto di instaurare un dialogo con la minoranza – spiega Monferino in una nota inviata allo Spiffero – per arrivare all’approvazione del piano con larghe convergenze». Ma questo non significa affatto rinunciare ai cardini del progetto presentato, né tantomeno stravolgerne le scelte. «Rimangono fermi – continua l’assessore – lcuni strumenti fondamentali per raggiungere gli obiettivi che anche le difficoltà economiche del Paese ci impongono; tra questi la rete ospedaliera e la centralizzazione delle funzioni di supporto. Mantenendo tali presupposti siamo disposti ad aprire a istanze di interesse dell’opposizione che non mettano in discussione gli elementi da cui prende spunto la nostra riforma».

Tradotto significa che la giunta è disponibile a dilatare i tempi di approvazione in aula e a fare qualche concessione, ma non a minarne l’asse portante. E, soprattutto, a rinunciare a quell’esibizione “muscolare” paventata dal capogruppo del Pd Aldo Reschigna. «In questa vicenda, che noi non consideriamo una battaglia – conclude Monferino -, gli unici che possono vincere o perdere sono i piemontesi. È nostra responsabilità lavorare per loro e per la tutela dei loro diritti».

Qui il nuovo Piano Socio Sanitario del Piemonte!

Altri approfondimenti nella sezione Sanità.

[Fonte: Lospiffero.com]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Quello che non vi dicono, Sanità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...