Regione Piemonte – CSI Piemonte: La trasparenza non è di casa!

Il consigliere regionale Motta (Pdl) chiede di visionare atti del cda, ma il direttore del consorzio tergiversa. Cattaneo interviene e sollecita il Consorzio a fornire la documentazione.

Csi off-limits. In molti all’interno di Palazzo Lascaris si stanno chiedendo se il Consorzio informatico pubblico presieduto pro tempore dal dirigente regionale Roberto Moriondo voglia mantenere celato qualche aspetto della sua recente attività. E’ passato, infatti, circa un mese da quando il consigliere regionale pidiellino Massimiliano Motta ha scritto al direttore generale Stefano De Capitani chiedendo copia della convocazione dell’ultimo consiglio di amministrazione. Una richiesta legittima, in nome della trasparenza e delle funzioni proprie di consigliere, ma che finora è rimasta inevasa. Un carteggio, di cui Lo Spiffero è venuto in possesso, dimostra come lo scontro istituzionale abbia sfiorato l’incidente diplomatico.

Dopo una classica richiesta d’atti di Motta la risposta di De Capitani è risultata, infatti, quanto mai evasiva: “A seguito della Sua mail del giorno 11 ottobre, La informiamo che, dopo attenta valutazione, abbiamo ritenuto necessario chiedere indicazioni sulle modalità per dare corso alla Sua richiesta ai competenti uffici della Giunta e del Consiglio Regionale. Non appena riceveremo riscontro procederemo come ci sarà indicato”. Per nulla soddisfatto, il consigliere si è rivolto direttamente al presidente dell’assemblea regionale Valerio Cattaneo, il quale riunito l’ufficio di presidenza, ha redatto un documento nel quale intima a Moriondo di fornire le carte richieste dal consigliere Motta dal momento che “i Consiglieri regionali hanno diritto di ottenere, ai fini dell’espletamento del loro mandato le informazioni, i dati, i documenti e i provvedimenti compresi gli atti in essi richiamati, connessi con l’attività della Regione, secondo le modalità stabilite dal regolamento interno del Consiglio regionale”.

Una presa di posizione che risolve momentaneamente la querelle, ma che è ben lungi dallo stemperare i difficili rapporti tra una parte significativa della maggioranza e i vertici di corso Unione Sovietica. La partita sull’assetto e il destino del Csi è più che mai aperta.

[Fonte: Lospiffero.com]

Post correlati:

Regione Piemonte – CSI Piemonte: “Presidente, iniziamo male!”.

Regione Piemonte – CSI Piemonte: De Capitani a rapporto!

Regione Piemonte – CSI Piemonte: il Direttore bacchetta il CDA.

Regione Piemonte – Farsa al Csi: torna in sella il Cda.

Regione Piemonte – Csi a un passo dal commissariamento.

Regione Piemonte – Csi, tutto sbagliato tutto da rifare!

Regione Piemonte – Csi, altolà del Pdl alla gara “cluster”. E De Capitani finisce sotto accusa!

Regione Piemonte – Sanità, il nuovo business: l’informatica sanitaria!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Quello che non vi dicono e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...