Provincia di Torino – Rifiuti, la ditta è sotto sequestro ma la Provincia le affida l’incarico.

Meno di un mese fa l’intervento dei Carabinieri per mettere i sigilli ai capannoni di una società che stoccava illegalmente residui sanitari pericolosi. A Palazzo Cisterna l’iter per il conferimento del lavoro non si è mai arrestato, tra mugugni e interrogazioni.

Smaltivano tonnellate di rifiuti sanitari pericolosi senza le necessarie autorizzazioni, ma la Provincia pare intenzionata a dar loro un’altra possibilità. Incredibile ma vero. Meno di un mese fa il Nucleo operativo ecologico dei Carabinieri metteva sotto sequestro i capannoni della Team Ambiente Spa, società di Prato, operante a Nichelino. La ditta aveva già stoccato 4500 tonnellate di rifiuti pericolosi, quando i militari, alla fine del maggio scorso, sono entrati in azione su segnalazione dell’amministrazione comunale.

«Quando si parla di impianti per rifiuti sanitari pericolosi occorre usare particolare cautela – spiegò allora l’assessore all’Ambiente del comune di Nichelino, Enrica Robioglio – L’area individuata a stoccaggio distava poche centinaia di metri dalle case. Non solo: le scorie provenivano dagli ospedali ed alcuni di queste hanno un elevato rischio infettivo se non trattati adeguatamente. Nei primi giorni di maggio ho effettuato personalmente dei rilievi in Via Mentana 1, nella sede dei capannoni, e mi sono resa conto che vi erano delle discordanze importanti rispetto alla relazione che la ditta aveva presentato in Provincia per ottenere l’autorizzazione. Ad esempio il capannone si trovava a meno di 300 metri dai primi centri abitati e non a 1,5 chilometri come invece riportato dalla ditta ». Da Palazzo Cisterna, però, nessuno pare si sia accorto di niente. Eppure le perplessità e i mal di pancia sono emersi con forza: recentemente il consigliere Angela Massaglia ha convocato la Commissione ambiente per discutere di questo tema, la Lega Nord e Sinistra per la Provincia hanno già protocollato delle interrogazioni da discutere al prossimo Consiglio, ma nulla si è mosso.

L’assessore Roberto Ronco (nella foto accanto) tira dritto, difendendo a spada tratta l’operato della sua dirigente Paola Molina, che così risponde a una sollecitazione del Comune di Nichelino: “Le recenti attività di vigilanza, comunicate nella nota del Comando dei Carabinieri, che hanno rilevato un’attività di deposito preliminare non autorizzato di rifiuti pericolosi ed il conseguente sequestro, non costituiscono elemento giuridicamente rilevante ai fini di una sospensione del procedimento di cui all’oggetto”. In sintesi: il fatto che la ditta abbia finora lavorato in uno stato di illegalità e per questo siano intervenuti i Carabinieri non impedirà alla Provincia di conferirle l’incarico a trattare i rifiuti pericolosi. «Certo, dal punto di vista procedurale non fa una piega – argomenta Antonio Ferrentino, di Sinistra Ecologia e Libertà – dal punto di vista politico ritengo valga la pena di soffermarsi sull’argomento per discutere l’opportunità di far lavorare per noi chi finora ha operato nell’illegalità».

Durante l’illegittima attività di Team Ambiente, i contenitori di rifiuti giungevano direttamente dal presidio ospedaliero di Ivrea, presumibilmente in virtù di un accordo con l’Asl To4. Ma può un’Asl conferire tale incarico a un’azienda senza passare dalla Provincia? Si parla di Sanità (competenza Regionale) o di Rifiuti (in capo alla Provincia)? Questo equivoco complica ulteriormente il quadro. Di certo potrebbe essere utile una pausa di riflessione.

[Fonte: Lospiffero.com]

Post correlati:

Regione Piemonte – Sanità senza pace: emodinamica di Chivasso, indagato il commissario dell’Asl Renzo Secreto.

Regione Piemonte – ‘Ndrangheta, Curto (SEL) al Pd: “Su mafia e politica non è tempo di omissis”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Notizie, Quello che non vi dicono e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Provincia di Torino – Rifiuti, la ditta è sotto sequestro ma la Provincia le affida l’incarico.

  1. Pingback: Provincia di Torino – Rifiuti, la ditta è sotto sequestro ma la Provincia le affida l’incarico. | Sinistra Ecologia e Libertà – Pinerolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...