Referendum 2011 – Svizzera e Germania abbandonano l’energia nucleare.

Svizzera e Germania annunciano di voler abbandonare l’energia nucleare come fonte di energia!

SVIZZERA:

Berna ha deciso di chiudere le centrali. Quasi la totalità dei cittadini d’accordo con il governo federale.

Ha raccolto ampi consensi tra gli svizzeri la decisione del Consiglio federale elvetico di uscire progressivamente dal nucleare. La proporzione di favorevoli, secondo un sondaggio dell’istituto Isopublic pubblicato dal domenicale ’SonntagsZeitung’, si attesta infatti all’80 per cento, 6 punti in più rispetto ad un’analoga indagine condotta due mesi fa subito dopo la catastrofe di Fukushima.

Tutte le categorie del campione interrogato, in totale 503 persone aventi diritto di voto, hanno detto di approvare la chiusura delle centrali atomiche con percentuali superiori al 75 per cento, indipendentemente quindi da sesso, età e professione.

Percentuali vicine al 100 per cento sono state riscontrate tra i simpatizzanti dei Verdi e del Partito socialista, ma anche gli elettori del centrodestra sono favorevoli all’abbandono del nucleare, compresi i sostenitori dell’Unione democratica di centro.

Il 63 per cento del campione si è detto inoltre disposto ad accettare un aumento delle tariffe dell’energia elettrica.

GERMANIA:

Nucleare, la Germania chiuderà tutti i reattori entro il 2022!

Mentre in Italia la partita atomica è stata solo posticipata dal governo per timore del referendum, la Germania fermerà il suo ultimo reattore nucleare nel 2022, diventando così la prima potenza industriale a rinunciare a questo tipo di energia. Lo ha annunciato oggi il ministero dell’Ambiente tedesco.

I leader dei partiti si sono riuniti nell’ufficio del cancelliere Angela Merkel a Berlino per mettere a punto l’accordo sulla chiusura degli impianti e l’intesa è arrivata al termine di una sessione fiume durata 12 ore che ha visto la partecipazione dei leader dei partiti della coalizione – Cdu, Csu e Fdp – ma in cui sono stati coinvolti anche quelli dei Socialdemocratici e dei Verdi. Oggi verrà divulgato il contenuto del rapporto consegnato sabato dalla commissione etica al governo, in cui si raccomanda la chiusura degli impianti entro dieci anni, con la sospensione immediata del funzionamento di otto impianti e progressiva degli altri nove.

In questo modo i tre reattori più moderni delPaese si fermeranno al più tardi a fine 2022, ha dichiarato il ministro Norbert Rottgen (Cdu) dopo una riunione tra i leader della coalizione e la cancelliera Angela Merkel. Otto dei 17 reattori tedeschi già tagliati, dopo la catastrofe di Fukushima, dalla produzione di energia elettrica non saranno più riattivati, ha aggiunto Rottgen, definendo la decisione “irrevocabile”. Attualmente l’energia nucleare garantisce attualmente il 22% del fabbisogno di elettricitaà del Paese.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Notizie, Referendum e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Referendum 2011 – Svizzera e Germania abbandonano l’energia nucleare.

  1. Pingback: Referendum 2011 – Il 12 e 13 giugno vai a votare per difendere i diritti, l’ambiente, la salute, l’acqua pubblica e la legalità! | Riprendiamoci noi stessi. Un blog per riflettere a cura di Franco Stano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...